home - intro - animali come: cibo - strumenti - divertimento - abbigliamento - compagni


no vivisezione
Animali come divertimento: Le corse con i cavalli

torna indietro - animali come divertimento - circo, zoo, acquari - feste - caccia, pesca - corse dei cavalli


In Italia, come in gran parte del mondo, c’è la cattiva abitudine di scommettere soldi nel tentativo, assurdo, di arricchirsi sperando nella fortuna.
Molta gente si rovina scommettendo ma la cosa diventa ancora più crudele se si scommette sulla pelle degli altri. La malavita organizza lotte clandestine fra cani e fra galli. Questi animali, addestrati per combattere fino alla morte, procurano agli spettatori uno spettacolo osceno e immorale. Organizzare e partecipare a questi spettacoli è un reato grave e tutti dobbiamo segnalare il fatto alla polizia se vediamo o sappiamo qualcosa in proposito.
Ma un altro spettacolo incivile, apparentemente meno crudele ma altrettanto offensivo per gli animali, è quello delle gare di cavalli.
I cavalli vengono addestrati a correre velocissimi e dopo una dura vita di allenamenti, specie se non sono grandi campioni, vengono venduti e rivenduti fino a che non finiscono i loro giorni in un macello, per essere fatti a fette sulle tavole di tanta gente (ancora c’è chi crede che per combattere l’anemia la carne di cavallo sia un buon rimedio...sigh)
Questo se un cavallo è fortunato.
Se il cavallo ha la sfortuna di rompersi una zampa durante una gara, invece, viene abbattuto subito. Nessuno ama veramente questi animali. Sono rispettati e onorati solo finché vincono e portano soldi ma nessuno li protegge quando iniziano a invecchiare o se si fanno male. Questi splendidi animali servono solo per il divertimento umano. Sono trattati come degli oggetti o degli schiavi e quando non servono più...pace, il loro destino è segnato.

Aiutaci a far capire alle persone che se proprio vogliono scommettere su qualcosa lo facciano su qualcuno che può decidere del suo futuro, che può decidere se gareggiare o meno, che non è obbligato con la forza. Nessun cavallo ama essere cavalcato. Nessun animale ama correre se non ne ha voglia.

Gli animali non sono al mondo per farci divertire né per ubbidire ai nostri comandi. Se una persona amasse veramente i cavalli ne adotterebbe uno magari già vecchiotto, che nessuno vuole più e che sarebbe destinato al macello. Gli starebbe vicino, lo nutrirebbe e striglierebbe, lo terrebbe in un grande spazio protetto insieme ad altri cavalli (gli equini sono animali gregari e hanno bisogno della compagnia dei loro simili) e lo porterebbe a passeggio senza necessariamente cavalcarlo. E non lo abbandonerebbe più fino alla sua morte naturale.


Gli argomenti sono:

torna indietro - animali come divertimento - circo, zoo, acquari - feste - caccia, pesca - corse dei cavalli