home - intro - animali come: cibo - strumenti - divertimento - abbigliamento - compagni


no vivisezione
Animali come strumenti: Cosmesi (esperimenti effettuati per testare creme, rossetti, ciprie, shampoo)

torna indietro - animali come strumenti - psicologia - cosmesi - tossicologia - chirurgia - genetica


Quando ci mettiamo una crema, ci laviamo i capelli o gli adulti comperano i trucchi e i detersivi per la casa, occorre stare sempre molto attenti al prodotto che si usa. La maggior parte delle industrie che producono queste sostanze, infatti, non ha scrupoli e tortura animali per verificare la qualità dei loro prodotti o degli ingredienti che li compongono.
Ci sono alcune ditte, per fortuna, che rifiutano di effettuare questi procedimenti crudeli ed inutili e che non testano su animali.
Occorre conoscere il nome di queste ditte e comperare SOLO i loro prodotti.
Per avere la sicurezza di acquistare prodotti non violenti (CRUELTY-FREE = senza crudeltà) puoi andare a visitare il sito www.crueltyfree.it ed acquistare direttamente via computer.

ESEMPIO DI ESPERIMENTO PER COSMETICI, il DRAIZE TEST
Si prendono dei conigli e li si immobilizzano in strutture che tengono ferma la loro testa (in modo che con le zampine non possano pulirsi gli occhi).
Negli occhi del coniglio viene poi spalmata la crema che si vuole testare. La si spalma ogni giorno, per molti giorni, fino a che l’occhio del coniglio si infetta, si ammala e poi inizia a marcire. Ovviamente il coniglio è vivo e sente un grandissimo dolore. Prova solo ad immaginare quanto ti bruciano gli occhi se per caso ci entra una goccia di sapone!!!!
Se l’occhio del coniglio ci mette molti giorni a infettarsi e a marcire allora vuol dire che il prodotto è buono.
Questo crudele esperimento è stato ideato nel 1944 (più di 60 anni fa) e ancora viene usato frequentemente (la scienza procede così velocemente che sembra assurdo a tutti, tranne che agli sperimentatori, dover utilizzare ancora un metodo così antiquato). E’ un esperimento molto poco scientifico dato che la sua valutazione è molto soggettiva: lo stesso esperimento fatto in luoghi diversi, con animali diversi, da “ricercatori” diversi, dà risultati molto diversi e quindi non si capisce mai bene se la sostanza testata è dannosa o meno.

Alcuni scienziati (degni di questo nome) hanno pensato che sarebbe molto più logico e scientifico testare un prodotto sulle lacrime umane (nessuno infatti metterà mai un balsamo ai conigli!!!!). Questi test alternativi (che non provocherebbero dolore a nessuno e sarebbero molto più corretti da un punto di vista scientifico) stanno aspettando di essere convalidati a livello internazionale. Speriamo che la cosa possa avvenire in tempi brevi dato che tutti sostengono che i test di vivisezione per la cosmesi devono essere aboliti quanto prima ma nessuno li ha ancora aboliti per davvero!


Gli argomenti sono:

torna indietro - animali come strumenti - psicologia - cosmesi - tossicologia - chirurgia - genetica